Agli inizi del XX secolo la città si trovò a che fare con un grande problema di acque reflue. L’idea del Santa Monica Pier (molo) nasce proprio dalla necessità di intubare i liquami e disperderli nell’oceano. I lavori cominciarono nel 1909 ma furono discontinui fino al 1920.

Ma come si è trasformato negli anni il molo più famoso della California?

1 – Nel 1916 Charles I. D. Looff e suo figlio Arthur, pionieri dei parchi di divertimento, decisero di costruire sul lato più vicino alla spiaggia un piccolo parco giochi con varie giostre, tra cui il famoso carosello.

carousel santa monica photo

2 – Il parco di divertimenti del Pier, molto in voga negli anni ’20, subì un tracollo durante la Grande Depressione. Tutte le giostre furono chiuse e il molo servì solo da attracco per le navi commerciali. 

3 – Il Pier di Santa Monica è sempre stato molto presente nei media. Infatti è apparso in 28 film, 37 serie televisive, 6 video games e 19 video musicali. Senza contare fotografie e reportage professionali.

4 – Tra i film che più hanno influenzato l’immagine del Pier vi è sicuramente Forrest Gump. Interpretato da Tom Hanks, il film ha ispirato nel 1994 la Bubba Gump Shrimp Company Restaurant and Market specializzati in pesce e frutti di mare. L’idea venne alla Viacom Consumer Products, la divisione proprietaria dei diritti del film di Viacom (proprietaria di Paramount), sfruttando il marketing di riflesso dovuto al successo della pellicola. Il menù consiste principalmente in pietanze a base di gamberi, ma anche altri frutti di mare, così come prodotti del sud degli Stati Uniti, questo per il fatto che Forrest proveniva dall’Alabama.IMG_0131 5 – Sul Pier è presente il Pacific Park, un parco giochi famoso per la sua ruota panoramica e per le montagne russe. Si dice che dalla ruota si possa vedere anche l’Isola di Santa CatilinaIMG_0140 6 – Alla fine del molo sorge il Santa Monica Pier Aquarium. I visitatori sono circa 65.000 all’anno, di cui circa 15.000 studenti, ed è gestito dalla Onlus Heal the Bay

7 – Nel 2009 un polpo bimaculato californiano riuscì a ostruire il canale di scolo delle vasche d’acqua contenenti gli animali, provocando un allagamento della zona visitatori con circa 200 litri d’acqua. 

8 – Sul molo ci sono 8 ristoranti, senza contare i venditori di hot-dog ambulanti. Tra questi ricordiamo il “Ristorante al Mare” gestito da 4 signori romani venuti a Los Angeles nel 1980.IMG_0125 9 – Il Pier è anche il punto d’arrivo della famosa Route 66. La strada originariamente collegava Chicago alla spiaggia di Santa Monica attraverso gli stati di Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, Nuovo Messico, Arizona e California. La distanza complessiva era di 3.755 km (2.448 miglia). Utilizzata per la migrazione verso ovest, ebbe un veloce declino dovuto all’introduzione delle Highways. Nel 1990 lo Stato del Missouri dichiarò la strada di interesse storico e vennero installati dei cartelli commemorativi. Il segnale presente sul Pier di Santa Monica è ormai icona.

pier route 66 photo

10 – Situato all’interno del Pacific Park sul molo di Santa Monica, Playland Arcade non è esattamente la comune sala giochi. Abbastanza confusionaria per la grossa mole di turisti, la sala giochi è più o meno una pausa tra la spiaggia e i ristoranti. Ci sono giochi arcade classici e relativamente recenti (anni ’90), ed è considerata un cult per gli amanti del genere. IMG_0138
Foto di Rob Bye
Foto di 3john
Foto di Al HikesAZ

Facebook
Facebook
GOOGLE
Twitter
Visit Us
https://www.youtube.com/channel/UCcZK1SkSdXMCmR9P-B7mTJg
Pinterest